PO

PO

Ricordi che lasciammo
L’altopiano, inseguiti dai cani?

Fratello mio, la striscia

Che dal basso
ora ci abbaglia
forse è il riflesso
d’un fiume smemorato.

Quante frontiere
abbiamo attraversato!
quanta pianura
in cambio del silenzio!

Nell’acqua che passammo:
la salvezza o la fine?

Oggi viviamo bene,
come fossimo d’aria:
forse non esistiamo.
I cani qui non latrano
né inseguono i passanti.
Dormono, è sempre notte.

Troppo alti questi monti
e troppo bianchi!
Troppo torbida l’acqua.

Qui i giardini
Si conquistano il verde
Vendendosi alla nebbia.

Annunci

2 pensieri riguardo “PO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...