Elezioni amministrative a Serravalle Scrivia. Punto della situazione e sondaggio

Sono noti i programmi delle tre liste. Ormai abbiamo imparato a conoscere i candidati. Insomma ciascuno degli elettori Serravallesi s’è formato un’opinione sul candidato e sul programma da votare.

O no?

Ho cercato di tastare il polso alla gente, però difficilmente i serravallesi si sbilanciano in previsioni.

Anzi, la sensazione più diffusa, che m’è parso di notare è una certa voglia di non parlarne, tanto, dicono, è inutile. Poi, però, inevitabilmente, se ne parla.

Alcuni esprimono il fastidio per il dover andare a votare. Quasi che non andandoci, come taluni profetizzano, si possano provocare chissà quali cambiamenti.

I più giovani e coloro che sono delusi dalla politica in generale, sembra prediligano la lista con candidato sindaco Elio Pollero, e c’è chi rimpiange che non sia presente una lista del movimento Cinque Stelle. Alcuni, tra i più anziani, a mezza voce, dicono di temere che quella lista possa intercettare i voti degli scontenti e degli arrabbiati, a scapito delle altre due che, secondo loro, hanno più carte ed esperienza da giocare per lo sviluppo del paese.

Altri esprimono apprezzamento per il coraggio dei giovani della lista con candidato sindaco Emanuele Parodi, che, superando le ideologie contrapposte, si sono coalizzati per “imparare” ad amministrare una realtà complessa come la nostra, e hanno ribadito il loro impegno a far diventare la cultura un fattore trainante dello sviluppo, in un momento così difficile dell’economia.

Non sono meno coloro che, ricordando l’impegno di Alberto Carbone, vicesindaco dell’amministrazione uscente, nel campo dell’assistenza ai più indigenti e comunque il suo interessamento fattivo per i problemi quotidiani dei cittadini, si augurano che vinca la sua lista.

La situazione, tuttavia, mi sembra, francamente incerta: i programmi, sebbene approcciati in maniera diversa, si somigliano e, in ciascuno di essi, c’è qualche elemento di novità e di trasparenza; i candidati sindaco, per l’impegno che hanno profuso nel periodo precedente, sia nelle vesti di maggioranza che d’opposizione, sono generalmente apprezzati. Per quanto mi è dato di prevedere, sarà un arrivo al fotofinish.

L’imprevisto potrebbe essere rappresentato dalla posizione reciproca di Carbone e Parodi che, nonostante i loro meriti, devono mettere in conto che provengono (come alcuni dei candidati delle loro liste) dalla coalizione che ha sostenuto il sindaco Molinari che non si è più ricandidato. Insomma, potrebbe giocare un ruolo importante, al momento del voto,  la valutazione politica delle ragioni della loro divisione. Peserà l’opinione che il cittadino si sarà fatto delle critiche che in campagna elettorale, l’uno o l’altro schieramento avrà fatto, agli errori della Giunta precedente della quale facevano parte.

Per avere, se possibile, un’idea più precisa sull’umore della gente I Serravallesi Inquieti hanno lanciato un sondaggio sulla loro pagina in Facebook. Sarà arduo aspettarsi numerose risposte: il Serravallese è, per definizione, una persona molto riservata e tiene quant’altri mai alla sua privacy.

Staremo a vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...