Serravalle Scrivia: LE OCCASIONI PERDUTE

 “Di buone intenzioni sono lastricate le strade dell’inferno”

Che fine ha fatto la città del Ciclismo?

Siamo sicuri che la costruenda SS. 35 ter costi meno e sia più utile della semplice bretella che era stata prevista nel progetto originario?

Nell’epoca in cui gli sprechi sono deprecati da tutti, se qualcuno fosse  in grado di rispondere a queste domande lo faccia, per favore.

D’accordo, discuterne non serve a nulla, ormai le cose sono andate così.

A mio avviso, però, serve prendere atto  del fatto che, troppe volte, avendo meno santi in cielo dei paesi limitrofi, Serravalle ha subito decisioni (anche cervellotiche) altrui, a suo discapito.

Ai nuovi Amministratori di Serravalle mi permetto di dire, sommessamente, ciò che questa storia a me suggerisce:

  • siamo in tempo a non sprecare le possibilità che ancora ci sono e non si deve aver paura di informare la popolazione quando queste vengono modificate o vanificate dall’intervento più o meno giustificato di altri Enti: sapremo fare fronte comune all’occorrenza e sostenere insieme, fino all’estremo le nostre ragioni, se giuste.
  • Imbocchiamo la strada della “sinergia” con i Centri Commerciali della quale su “ Serravallesi inquieti” si dibatte da svariati mesi, quanto meno consideriamola, affinché quel flusso megagalattico di persone che visitano l’Outlet, l’Iper e il Retail Park diventino una ricchezza vera per il paese che ospita quei centri.
  • Non lasciamo passare tempo inutilmente, altrimenti le parole che il sindaco Molinari disse, a proposito dell’insediamento dei Centri Commerciali, in una sua dichiarazione alla stampa nel febbraio di 13 anni fa, suoneranno come la conferma che la colpa sarà anche nostra.

“Mi permetto di contestare le sicurezze di chi afferma che questa iniziativa provocherà danni. L’unica certezza è l’estrema crisi della nostra zona col declino dell’industria. Se non riusciremo a attirare almeno 100 mila turisti, coi benefici conseguenti, avremo perso la scommessa e sarà colpa nostra».
Antonio Molinari su La Stampa del 27.02 1999

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...