Antonio Tabucchi: Viaggi e altri Viaggi. Recensione di Francesco Pozzato

Viaggi e altri viaggi

Antonio Tabucchi (foto da Wikipedia)

Autore: Antonio Tabucchi

Editore: Feltrinelli
Anno di pubblicazione: 2010

In una narrazione che letta superficialmente potrebbe sembrare una strana guida turistica ed è invece un’opera specialissima, Antonio Tabucchi ammira il mondo da una prospettiva diversa, ricordando e connettendo i luoghi visitati alla gente incontrata, scoprendo i misteri e le bellezze che si nascondono oltre le diversità del globo.
Nel mappamondo ideale del romanzo convivono viaggi mirati nelle abituali città, dove Tabucchi si aggira tuttavia alla ricerca di particolari intimi che esprimano in profondità l’essenza del luogo e il motivo del viaggio; la sensibilità terribile dell’India, raccontata attraverso l’anima delirante dei suoi artisti e la stordita paura dei colonizzatori; la singolarità dell’Australia che accoglie zone selvagge e caotiche metropoli; la saudade per i tramonti e i cantucci del “suo” Portogallo; sino a spingersi alle estreme regioni della fantasia, alle descrizioni favolistiche e alle storie letterarie che seppero raccontare alcuni scrittori privilegiati capaci di trarre l’ideale dal reale, perché catapultati in una cultura autonoma dove il caos dell’oltremondo esprimeva quella felicità primigenia minata dal dogmatismo occidentale.
Le intense letture che precorrono e accompagnano sempre i suoi viaggi invitano l’autore a isolarsi dal turismo di massa per emozionarsi sinceramente e poter condividere in maniera consapevole il suo incontro con la diversità. Continuamente egli si perde e allo stesso tempo si ritrova, perché ogni altrove è proprio del suo essere e ci si riconosce: un’ossimorica esistenza di insignificante senzaterra ed esperto astronomo, signore dell’Universo.

Un invito insomma a evitare la freddezza degli hotel per riscoprire il calore dei rapporti umani e a lasciare sul comodino la guida turistica per partire alla volta dell’ignoto con il solo “Viaggi e altri viaggi” nello zaino e la letteratura che lo stesso Tabucchi suggerisce!

Francesco Pozzato (tutti i diritti riservati)

Annunci

Un pensiero riguardo “Antonio Tabucchi: Viaggi e altri Viaggi. Recensione di Francesco Pozzato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...