Gerione (Inferno – Canto XVII)

Maggior paura non credo che fosse
quando Fetonte abbandonò li freni,
per che ‘l ciel, come pare ancor, si cosse;

Inferno, 17, 106 – 108

Gerione (Inferno – Canto XVII)

reblog da: Strade Possibili letteratura e realtà italiana

Minosse, Cerbero, Pluto, le Furie e la Gorgone, il Minotauro e i Centauri, le Arpie: tutti esseri presi a prestito dalla mitologia antica, trasformati e riadattati a sentinelle infere dei vari cerchi o gironi. Tutte figure mostruose e spesso composte di parti umane e parti animali, rappresentazione allegorica della fusione tra l’uomo e la bestia. Nello specifico, le loro caratteristiche rappresentano il peccato a cui introducono: Minosse il giudice, Cerbero la fame, Pluto il denaro e così via.
Gerione, che conduce all’ottavo cerchio (dedicato ai fraudolenti) ha una faccia da persona gradevole e onestissima; nasconde però un corpo di serpe, con zampe artigliate, petto e dorso coperti di una pelle squamosa (piena di forme circolari, rotelle e nodi di vari colori, simili a un tappeto arabescato), coda di scorpione. Chiara rappresentazione dell’inganno e dei suoi multiformi raggiri.
A vederlo di fronte, penseresti: toh, che brav’uomo!
Emerso dal fondo del baratro, rimane arpionato sull’orlo, lasciando guizzare nel vuoto la sua coda velenosa.
La mitologia classica offre notizie confuse sull’identità di questo Gerione: ufficialmente era il pastore che accudiva i buoi rosso scarlatto, rapiti da Eracle (Ercole), con cui dovette combattere e da cui fu forse ucciso, sebbene, secondo alcuni, sia volato via trasformato in aquila. Gerione (o Gerioneo) significa l’urlatore e, secondo alcune fonti, è un pastore guerriero, descritto da alcuni con tre teste, da altri con tre tronchi e che combatteva quindi con sei braccia; alcuni gli attribuiscono addirittura le ali.
Oltre che varie forme, gli sono attribuiti altre identità: per esempio Dessameno (nel duplice significato di “colui che dà ospitalità” o “il signore degli inferi”), il quale in alcune versioni è un uomo, padre di una ragazza che Eracle doveva salvare; in altre è il rapitore di quella ragazza. Un suo possibile ulteriore nome è Euritone (che significa “buon tiratore”, un essere del regno dei morti).
Pare che avesse anche un cane da guardia, chiamato Orto (o Ortro), animale bicefalo e con coda di serpente, fratello di Cerbero e forse padre della Sfinge (o Fix).
I fatti – si sa – subiscono trasformazioni narrative nel giro di pochi giorni. Col passare degli anni si arricchiscono di fraintendimenti o aneddoti aggiunti e inventati. Figuriamoci quando passano millenni…
Alcune leggende medievali rappresentano Gerione come un re che accoglieva gli ospiti con tutti gli onori, per poi trucidarli.
Dante, che probabilmente ignorava tutte queste diramazioni possibili sulla sua origine, lo ha preso direttamente dalle Eneide di Virgilio, forse plasmandolo con immagini dell’Apocalisse biblica e rappresentazioni mostruose viste sulle parete delle chiese. Lo ha fissato nell’allegoria dell’inganno, scorporandolo di tutti i chiaroscuri mitologici e ce lo ha reso così, in una cornice severamente cristiana.
Gerione, come una navicella spaziale, approda dal fondo dell’ottavo cerchio e attende, in atteggiamento stranamente mansueto, che Dante e Virgilio lo cavalchino, per condurli in volo lungo il baratro.
I due stanno per salirgli in groppa, quando lo sguardo di Dante viene attratto da un altro gruppo di dannati, l’ultimo della categoria dei violenti contro Dio, Natura e Arte.
Ha già incontrato i bestemmiatori, poi i sodomiti; restano gli usurai. E sono infatti questi che egli ha notato, a pochi passi, accovacciati sul limite del deserto.
Nello sguardo di Dante, evidentemente, spicca il desiderio di avvicinarsi ad essi. Virgilio gli concede una visita in solitaria, purché sia rapida. Lui, intanto, parlerà con Gerione, per convincerlo a dar loro un passaggio.

Maurizio Teroni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...