Oggi divento volgare

I nostri politici sono bravissimi a buttare tutto in merda.
Il loro pressappochismo (ma sarebbe più corretto dire la loro ignavia, la loro cattiva coscienza, la loro ignoranza abissale) ci porta a fare sempre, agli occhi del mondo come nazione, la figura degli stronzi.
Perdonatemi se risulterò volgare, ma oggi non riesco proprio a trattenermi.
Siamo senz’ombra di dubbio il Paese europeo con la maggiore esposizione di coste sulle quali arrivano i migrantes e siamo anche quello che presta soccorso sempre e comunque (e di questo ne vado fierissimo) anche non nell’ambito delle acque territoriali ma a pochi chilometri dai Paesi da dove i migrantes salpano su fatiscenti barconi e rischiano di diventar carne per squali.

Nonostante ciò non passa giorno che la stampa estera non ironizzi sul razzismo dell’Italia e sulla sua dabbenaggine, non passa giorno che l’Europa non ci dica anche in maniera spesso davvero irritante, che non siamo in grado di gestire un cazzo.

Ci si arrabbia, ma alla fine bisogna riconoscere che forse hanno ragione loro.

Diventiamo, per i motivi già detti, per una grande parte dei migranti, il “primo Paese”, con tutte le incombenze necessarie per il riconoscimento dello stato di rifugiato. Sappiamo soccorrere, sappiamo accogliere, poi, però il resto non sappiamo farlo o lo facciamo malissimo e in tempi biblici.
Ci accolliamo così il mantenimento e la spocchia di un numero sempre crescente di balordi che non fuggono dalla guerra nè dalla persecuzione e non sempre arrivano coi barconi dei disperati, ma vengono qui, da ogni dove, per approfittare della situazione – volendo escludere, per alcuni di loro, fini più subdoli.

In questo ginepraio di inefficienza prolificano, non solo tra i migranti ma anche e soprattutto fra gli italiani, a tutti i livelli, gli sciacalli che lucrano sulla pelle della povera gente; cresce lo scontro sociale con i residenti che alla fine si rifiutano di capire perchè certe premure siano riservate ai profughi (molti dei quali sedicenti tali) e ne siano, invece quasi con perfidia, esclusi gli Italiani in reale difficoltà; s’innesta la campagna elettorale di politici senza scrupoli che spingono la nostra gente all’odio e al razzismo.

Ciò non ostante e nonostante tutto, ogni giorno si accolgono nella nostra tanto bistrattata  Italia in modo più che dignitoso centinaia, migliaia di persone. 

Mi chiedo, invece: possibile che nessun Paese Arabo anche fra quelli più opulenti e ricchi del pianeta, senta il dovere di farsi carico di una parte dei profughi Siriani e degli altri disperati?
Eh già, La “fratellanza musulmana” è un’altra cosa ed è terribile, purtroppo.

COIeOZvWoAQach4
I Paesi del nord Europa a fatica stanno finalmente rendendosi conto di quale portata sia il reale fenomeno dei richiedenti asilo e, in quattro e quattro otto si stanno aggiustando le cose in modo da gestirle con logica, con meno pietismi e maggiore efficienza rispetto a noi (secondo le dichiarazioni dei politici, poi vedremo se sarà davvero così.)
Dei politici di quei paesi oggi tutti dicono il maggior bene possibile mentre dei politici italiani (e, purtroppo, di tutti noi,  dell’Italia, che . nella realtà, rispetto a loro fa molto di più e da molto più tempo), tutti continueranno a dire che non sappiamo gestire un cazzo, che siamo dei disonesti, dei fannulloni, dei pressapochisti.

E se imparassimo da tutto ciò e una volta per tutte a far le pulci MA SUL SERIO a chi ha la pretesa di stabilire le regole?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...