A Dante – di Mario Rapisardi (1865)

Per il monumento a Dante in Firenze.      Poi che dal nido antico In bando ti cacciò la parte avversa, E quattro lustri indarno, Ramingando magnanimo e mendico Per le tinte di sangue itale prode, Invocasti l’amico Sorridere degli astri e la diversa Di profumi e di fior sponda de l’Arno, Teco venía secreta L’itala Musa,…… Continua a leggere A Dante – di Mario Rapisardi (1865)

UNO DEI MIEI POETI PREFERITI: CAPRONI

Il tema assegnato agli esami di maturità – anno 2017 – su Versicoli quasi ecologici, di Giorgio Caproni, ha suscitato una rinnovata attenzione sulla sua poesia. Cristina Taglietti (Corriere.it), per l’occasione, ha intervistato il critico Antonio Debenedetti, allievo e poi amico di Caproni. Insieme avevano frequentato il cenacolo culturale di suo padre Giacomo Debenedetti, il […]…… Continua a leggere UNO DEI MIEI POETI PREFERITI: CAPRONI

Dante torna a Serravalle e ci porta in Purgatorio | Giornale7

Tornano gli appuntamenti con Dante e la sua “Divina Commedia” a Serravalle Scrivia. Venerdì sera alle 21 presso la Biblioteca Comunale “Roberto Allegri”, Benito Ciarlo e Andrea Chaves, forti del grande successo che le serate precedenti hanno sempre avuto, tornano per leggere e commentare un’opera tanto antica quanto attuale e fondamentale per la cultura italiana.…… Continua a leggere Dante torna a Serravalle e ci porta in Purgatorio | Giornale7

STORIA DI ROMA – 3.4 LA MONARCHIA. TARQUINIO PRISCO – SERVIO TULLIO

STORIA ROMANA IN VERSI di Alberto Cavaliere LA MONARCHIA : TARQUINIO PRISCO – SERVIO TULLIO Tarquinio, in séguito chiamato Prisco, sulla cui origine non garantisco, forse era un nobile di schiatta etrusca: a Roma il titolo di re si busca. È un uomo energico, sagace e giusto; e mentre edifica con molto gusto il memorabile tempio…… Continua a leggere STORIA DI ROMA – 3.4 LA MONARCHIA. TARQUINIO PRISCO – SERVIO TULLIO

Congedo del viaggiatore cerimonioso

(Poesia di Giorgio Caproni) Amici, credo che sia meglio per me cominciare a tirar giù la valigia. Anche se non so bene l’ora d’arrivo, e neppure conosca quali stazioni precedano la mia, sicuri segni mi dicono, da quanto m’è giunto all’orecchio di questi luoghi, ch’io vi dovrò presto lasciare. Vogliatemi perdonare quel po’ di disturbo…… Continua a leggere Congedo del viaggiatore cerimonioso

Tu …

Tu che mi vedi ogni mattina all’alba, andare, come è mio fedel costume, quando la luce è ancora incerta e scialba, a bagnar il mio pan nel dolce fiume; tu che mi vedi andar sporco e stramato, che mi vedi morente di stanchezza tu, che nell’occhio mio imbambolato, leggi la fame, l’odio, la tristezza; tu…… Continua a leggere Tu …

Maternità

  Da dove sono venuto? Dove mi hai trovato? Domandò il bambino a sua madre. Ed ella pianse e rise allo stesso tempo e stringendolo al petto gli rispose: tu eri nascosto nel mio cuore, bambino mio, tu eri il suo desiderio. Tu eri nelle bambole della mia infanzia, in tutte le mie speranze, in…… Continua a leggere Maternità