Ave Maria

Buongiorno Madre che di Grazia piena vegli sul mondo restando presso Dio: gli uomini miserabili che in pena vivono sulla terra, quindi anch’io, Ti invocano, T’implorano sommessi col pianto che, confuso in balbettio, sgorga dal pentimento, dai recessi dell’anima che agogna il Suo perdono. Prega, e la Tua preghiera mai non cessi, Tuo figlio, che…… Continua a leggere Ave Maria

E’ difficile essere dei buoni cristiani

Oggi il male ci sfida irridendoci eppure noi dovremmo essere capaci di ricondurlo al bene perdonando. Io pensavo: è giusto perdonare  chi ha commesso un delitto se avrà scontato una giusta pena e si sarà pentito. Mi sbagliavo. Il Papa ( Udienza Generale Piazza San Pietro Mercoledì, 3 febbraio 2016) mi corregge e m’insegna che bisogna usare…… Continua a leggere E’ difficile essere dei buoni cristiani

La preghiera di Leonard Cohen in 10 canzoni 

Il rapporto tra l’umano e il divino. La musica come preghiera cantata sommessamente, come domanda di significato intima, quasi segreta. Composta da quelle note che feriscono l’anima, che non conoscono tempo. Le canzoni di Leonard Cohen, morto all’età di 82 anni, sono sempre state avvolte dal Mistero, celato nelle sue parole e nella sua voce.…… Continua a leggere La preghiera di Leonard Cohen in 10 canzoni 

‘Na Telefonata

Fora da’ porta der Divino Ufficio Cresce na coda lunga come ‘n treno: Angioli e Santi fann’er sacrificio Ed alla prescia metteno ‘n bel freno. Er Capo, chiuso drentr’al su’ edificio, Telefona e risponne assai sereno L’angiolo ar centralino cià er cilicio De fa’ spettà Su’ fijo, er Nazzareno: “Nun posso disturbà me spiace tanto”…… Continua a leggere ‘Na Telefonata

Non ho paura della morte (Emma Bricola)

Non ho paura della morte quando non la vedo quando la sento lontana quando guardo in alto e vedo solo il cielo. Non mi spaventa in quei giorni in cui Dio ascolta i miei pensieri e Lui non mi lascia sola ma mi respira accanto. Non la temo nemmeno nei momenti disperati, quando il mondo…… Continua a leggere Non ho paura della morte (Emma Bricola)

E’ UN RAGIONAR TRA SORDI?

Ora puoi pure dire che nell’aria hai ritrovato note dissonanti stridori fastidiosi e forse pianti. Chi si preoccuperà se brividi di nausea avranno attraversato i Tuoi precordi? E puoi rammaricarTi per la boria dei figli ingrati che, ignorando, ostentano. (Scivola come miele nella gola la fantasia d’averTi ancora accanto per attimi che volano senz’esser pienamente…… Continua a leggere E’ UN RAGIONAR TRA SORDI?